mail unicampaniaunicampania webcerca

    Antonio GAMBARDELLA

    Insegnamento di MEDICINA INTERNA

    Corso di laurea magistrale a ciclo unico in MEDICINA E CHIRURGIA (Sede di Caserta)

    SSD: MED/09

    CFU: 0,50

    ORE PER UNITÀ DIDATTICA: 6,00

    Periodo di Erogazione: Annualità Singola

    Italiano

    Lingua di insegnamento

    Italiano

    Contenuti

    Lingua insegnamento LINGUA_INS 100 Sì Italiano
    Contenuti CONTENUTI 2000 Sì Percorso formativo caratterizzato da un metodo di approccio
    sistemico alle patologie acute e croniche, in cui il malato viene considerato globalmente, potendo dal sintomo e dalla clinica, dalla fisiopatologia, fino alla diagnosi e alla terapia. Sarà
    insegnata la modalità di approccio alle patologie non note o già note al paziente, con particolare attenzione alle complicanze
    legate alle patologie stesse. Il corso prevede l’approccio a patologie
    croniche, che si riacutizzano, o nuove presentazioni di malattie in soggetti in precedenza
    apparentemente sani o in pazienti affetti da polipatologie. Particolare attenzione sarà rivolta al
    paziente anziano, complesso, con polipatologia e comorbidità, disabilità fisica e mentale, sarcopenia e fragilità. Gli argomenti sono affrontati anche attraverso la presentazione di casi clinici paradigmatici.

    Testi di riferimento

    Goldman-Cecil. Medicina interna; Harrison. Principi di medicina interna
    Manuale di gerontologia e geriatria - Bosello
    Manuale di geriatria - Antonelli Incalzi
    Emergenze ed urgenze medico-chirurgiche, Zagra, Pugliese, SIMEU, Ed. Edra

    Obiettivi formativi

    Obiettivo principale del Corso di Medicina Interna e Geriatria è di insegnare ad essere medico e a
    fare il medico, attraverso un percorso formativo caratterizzato da un unico metodo di approccio
    sistemico ai problemi di salute del paziente, in cui il malato viene globalmente considerato. Sarà
    insegnata la modalità di approccio a patologie non note o già note, che si presentano al Medico,
    come aggravamento o scompenso delle patologie stesse. Il corso prevede l’approccio a patologie
    croniche, che si riacutizzano, o nuove presentazioni di malattie in soggetti in precedenza
    apparentemente sani o in pazienti affetti da polipatologie.Lo studente al termine del corso dovrà dimostrare una solida conoscenza dei principali argomenti
    relativi alle malattie dei vari organi, di essere in grado di sviluppare percorsi diagnostici
    differenziali, di saper interpretare le indagini di laboratorio e strumentali, nonché una buona
    conoscenza della farmacologia clinica e di saper prendere decisioni terapeutiche adeguate.

    Metodologie didattiche

    Gli argomenti sono affrontati attraverso l’utilizzo di
    casi clinici paradigmatici. Parte della didattica è teorica e parte teorico-pratica in reparto.
    L’obiettivo del Corso si raggiunge attraverso l’insegnamento della metodologia clinica per
    individuare i molteplici e spesso diversi problemi di salute del malato, valutati nella loro globalità,
    attraverso la raccolta dei dati personali, l’interpretazione dei sintomi e segni e dei dati di laboratorio
    e strumentali, nonché alla formulazione ragionata delle ipotesi diagnostiche e terapeutiche. L’insieme delle
    alterazioni rilevate servono collocare nosologicamente il disturbo, ovvero ad individuare la malattia,
    a stabilire una priorità di intervento, in base a criteri di gravità ed urgenza e ad adottare decisione
    terapeutica considerando i trattamenti efficaci disponibili.

    Metodi di valutazione

    Esame finale Orale

    Programma del corso

    Essendo il paziente nella sua complessità e globalmente considerato al centro del processo e non la malattia, non vi può essere un programma di studio pre-definito.
    A titolo puramente semplificativo viene di seguito riportato un elenco delle principali condizioni che devono essere prese in considerazione nell’approccio clinuco-diagnostico-terapeutico del paziente:
    Le sindromi dolorose (dolore toracico,dolore precordile, dolore addominale, dolore epigastrico, etc) ; la febbre, l’astenia,
    Aritmie; Interpretazione di ECG normali e patologici; Ipertensione ed ipotensione arteriosa; Infarto del miocardio e cardiopatia ischemica; Miocardiopatie; Endocarditi, Pericarditi; Valvulopatie; Vascolopatie arterosclerotiche; Trombosi venosa profonda e sue complicanze; scompenso cardiaco ed edema polmonare; cuore polmonare, Ipertensione polmonare;
    Emergenze metaboliche: coma iperosmolare, chetoacidosico, ipoglicemico; Sincope, Alterazioni elettrolitiche del calcio, Sodio e Potassio; Disturbi
    dell’equilibrio acido-base;
    Versamenti sierosi;
    Patologie alcool-correlate; Sindromi allergiche; Tumefazioni delle stazioni linfatiche e della milza; Sindrome da immunodeficienza; Il malato neoplastico; Anemie: classificazione e quadri clinici; Mielodisplasie, Patologie mieloproliferative; Poliglobulie; Trombocitopenie; Leucemie; Linfomi; Mielomi;
    Insufficienza renale; Glomerulonefriti; Sindromi nefrosiche; Pielelonefriti; Infezioni urogenitali; L’incontinenza urinaria;
    Gli itteri; Epatiti acute e croniche; Steatosi epatica; Cirrosi epatica e sue complicanze; Pancreatiti; Celiachia; Malattie infiammatorie acute e croniche dello stomaco e
    dell’intestino; Diarrea e stipsi;
    Dispnea; Asma; Bronco-pneumopatie croniche; Polmoniti; Fibrosi polmonare; Tubercolosi;
    Diabete mellito e sue complicanze; Sindrome metabolica;
    Ipertiroidismi; Ipotiroidismi; Tiroiditi; Neoplasie tiroidee;
    Le Artriti; Spondiliti; LES, Malattie granulomatose, sarcoidosi; Sindromi sclerodermiche; Artropatie degenerative; Polimialgia e Arterite di Horton; Fibromialgie e miopatie; Vasculiti; Gotta; Le febbri;
    Brucellosi: Salmonellosi; Yersinosi; Leptospirosi; Malattia di Lyme; Mononucleosi infettiva; Zoster;
    Valutazione medica del paziente con problemi chirurgici;
    Patologie neurologiche di
    interesse internistico: Cefalee, Epilessia, Malattie cerebrovascolari, Demenza di Alzheimer e demenza vascolare, Malattia
    di Parkinson, Malattie demielinizzanti, Malattie del sistema nervoso autonomo, dei nervi cranici e del midollo spinale, Malattie del sistema nervoso periferico; Miastenia.
    Le principali malattie genetiche ereditarie di interesse internistico.
    L’invecchiamento; l’invecchiamento fisiologico dei vari organi; La valutazione multidimensionale dell’anziano con conoscenza dei test psicometrici valutativi dello stato cognitivo, della disabilità, dello stato psico-comportamentale, dello stato nutrizionare, del rischio di cadute ; la valutazione nutrizionale e la Malnutrizione; Delirio; Demenze degenerative e vascolari; La sindrome da immobilizzazione; le piaghe da decubito; l’incontinenza urinaria; la sarcopenia; la fragilità.

    English

    Teaching language

    Italian

    facebook logoinstagram buttonyoutube logotype